In che modo la compassione verso se stesse aiuta a perdere peso

10.05 curves websize
A cura di Curves

Salute

Può capitare di fare uno strappo alla dieta o deviare dal proprio regime di allenamento. Il segreto per rimettersi in marcia verso i propri obiettivi sta nella compassione verso se stesse.


Compassione, non critiche

Purtroppo molte persone, soprattutto donne, si sentono in colpa se adottano comportamenti non all’altezza delle proprie aspettative. Questa autocritica può causare altre scelte poco sane.

Facciamo un esempio: sei a una riunione di famiglia, e sulla tavola ci sono un sacco di stuzzichini appetitosi. Ti riproponi di mangiare solo le carotine, visto che stai cercando di perdere peso. Poi vedi un’amica mordere un succulento biscotto al cioccolato e caramello, e decantarne la bontà. Non riesci a resistere. Ne mangi uno, assaporandone ogni morso nella sua ricchezza e contando mentalmente il contenuto di grasso e le calorie. Quando hai finito di raccogliere tutte le briciole e leccarti le dita, ti senti in colpa per aver ceduto alla tentazione, delusa per la carenza di fermezza, e inadeguata.

Ecco cosa succede dopo: mangi un altro dolce e poi magari un altro ancora, per tentare di placare questi sentimenti negativi. Gli studi dimostrano che quando le persone si buttano giù per uno strappo alla dieta, tendono a cercare conforto proprio nel cibo. Col tempo, questo schema (strappo alla dieta, autodenigrazione e ricerca della consolazione nel cibo) vanifica gli sforzi di tenere il peso sotto controllo.

Il modo migliore per coccolarsi è la compassione verso se stesse, secondo Kristin Neff, PhD, professoressa associata nel dipartimento di Psicologia dell’educazione presso la University of Texas di Austin e autrice del libro “Self Compassion”.


Imparare ad amare se stesse

Non importa se hai esagerato con il cibo, hai saltato gli allenamenti da Curves o hai trascurato altri comportamenti sani: non essere troppo dura con te stessa. Riconosci di aver deviato dai tuoi propositi, ammetti che capita a tutti, e perdonati. La compassione verso se stessi è costruttiva. Aiuta a tenere sotto controllo le emozioni negative che possono indurre a continuare a rifugiarsi nei dolci o a saltare gli allenamenti. Ti aiuta a vedere gli strappi alla regola per quello che sono e a comportarti meglio in futuro, senza perdere di vista i tuoi obiettivi. 

Studi preliminari sembrano indicare che quando le donne a dieta dimostrano compassione verso se stesse dopo aver esagerato con alimenti “proibiti”, come una ciambella o un milkshake, riescono a proiettare lo sguardo in avanti, restando concentrate sui propri obiettivi di perdita di peso e riprendendo il controllo del proprio regime alimentare. Evitano così di abbandonarsi alla negatività e di cercare consolazione trangugiando ghiottonerie per quello che percepiscono come un fallimento.


Sviluppare la compassione verso se stesse

“Le donne sono particolarmente dure con se stesse,” ha commentato la Dott.ssa Pamela Peeke, presidentessa del Curves Science Advisory Board e autrice di ‘Body for Life for Women’.

“Punta ai progressi, non alla perfezione”: è questo il consiglio di Peeke. “Dai sempre il meglio di te stessa tenendo conto delle circostanze in cui ti trovi. E anziché mirare al 100%, punta all’80%: la variabilità del restante 20% fa parte della natura umana.”

Sul sito di Kristin Neff sono disponibili esercizi per promuovere la compassione verso se stessi. La Dott.ssa Neff consiglia di utilizzare la tecnica seguente ogni volta che cominciamo a provare delusione nei nostri confronti. Ci invita a trovare un gesto che ci calma, ad esempio mettere le mani sul cuore. Per qualche minuto presta attenzione a questo gesto, avvertendo il calore delle mani e il battito del cuore. 

Simultaneamente, ditti parole ispirate a un atteggiamento di compassione nei tuoi confronti, tipo: “Mi dispiace per quello che è appena successo, ma errori del genere capitano. L’importante ora è trattarmi con gentilezza e con la compassione di cui ora ho bisogno”. Adatta queste formule alle circostanze, nel modo più consolatorio e giusto per te.

Pensa a come ti comporteresti con un’amica che crede di aver fallito; usa nei tuoi confronti la stessa gentilezza e premura con cui tratteresti lei. Questo atteggiamento ti aiuterà a superare il momento di difficoltà, facendoti progredire verso i tuoi obiettivi e traguardi.

Per vedere questo contenuto è necessario consentire i cookie su questo sito.

Consenti cookieRifiutare