Consigli per allenarsi in sicurezza con temperature molto elevate

01.08 curves websize
A cura di Curves

Salute

Sconfiggi il caldo e mantieni la tua routine di allenamento grazie ai nostri consigli per l’estate!

 

Bevi acqua tutto il giorno, non solo al termine di un allenamento!

Una buona idratazione è importante in tutte le condizioni climatiche, ma lo è ancora di più quando la temperatura sale. Bere acqua tutto il giorno, in modo da restare idratata, aiuta a prevenire alcuni dei sintomi che si possono manifestare quando ci si allena con temperature elevate: capogiro, crampi allo stomaco e mal di testa. L’idratazione è fondamentale quando ci si allena al caldo. Bere acqua aumenta la sudorazione, un processo che regola la temperatura corporea, e reintegra i liquidi perduti a causa del calore.

 

Rallenta il ritmo

Quando ci si allena al caldo, è buona norma ridurre l’intensità dei movimenti per evitare di surriscaldarsi. Segui il ritmo dettato dal tuo corpo e sii prudente.
 

Concediti qualche snack per mantenere costanti i livelli energetici

Tieni a portata di mano snack ricchi di acqua. Con temperature particolarmente elevate, è meglio evitare di mangiare barrette energetiche, patatine o altri snack molto salati, da mandare giù con acqua. Come snack da assumere durante gli allenamenti, opta per frutta come angurie, mele, ananas e fragole, che aiutano a rinfrescarsi e a non subire cali energetici.

 

Indossa l’abbigliamento giusto

Per restare quanto più possibile fresca, indossa capi sportivi leggeri, traspiranti, larghi e di colori chiari, che respingono i raggi solari. Se possibile, scegli capi con inserti per la ventilazione o in mesh. Prediligi abbigliamento sportivo realizzato in materiali sintetici capaci di mantenere la pelle fresca e asciutta. Anche i capi di cotone possono favorire l’evaporazione del sudore.

 

Cerca la palestra Curves più vicina e prenota una consultazione gratuita oggi stesso. Qualunque sia la temperatura esterna, nei nostri club troverai un ambiente fresco perfetto per allenarti.

Per vedere questo contenuto è necessario consentire i cookie su questo sito.

Consenti cookieRifiutare