6 MITI da sfatare sull’allenamento

13.04 curves websitesize
A cura di Curves

Esercizio

Quando si tratta di fitness, non sapete distinguere le informazioni attendibili dalle fandonie? Circolano tantissime informazioni su questo argomento, e potete attingerne da istruttori, amici e, naturalmente, da internet. Se, però, vi interessa distinguere i dati accertati dalle credenze infondate, ecco i miti più comuni da sfatare subito.

 

MITO: L’allenamento “perfetto”

Il mito più diffuso in relazione al fitness è che esista l’allenamento “perfetto”. La verità è che l’allenamento perfetto è soggettivo e varia da persona a persona. Facendo esercizio per 30 minuti ogni giorno, come avviene nelle sessioni Curves, si esegue l’allenamento perfetto su misura per sé.

 

MITO: L’allenamento di forza fa gonfiare

Essere forti è una cosa positiva. Molte donne saltano l’allenamento di forza perché temono di “gonfiarsi”. Non è affatto così, perché la maggior parte delle donne non ha abbastanza testosterone per costruire muscoli grossi e massicci. L’allenamento di forza in realtà aiuta le donne a perdere peso, tonificare i muscoli e aumentare la densità ossea, contribuendo a ridurre il rischio di osteoporosi.

 

MITO: Gli allenamenti devono essere estenuanti

Gli allenamenti devono essere impegnativi, ma non devono stremare: lo sfinimento non è né efficace, né necessario per rimettersi in forma. 30 minuti di allenamento moderato sono più che sufficienti in una giornata.

 

MITO: Bisogna allenarsi tutti i giorni

Per vedere dei risultati, bisognerebbe frequentare le lezioni Curves almeno tre volte alla settimana. Fatta questa premessa, non bisogna allenarsi tutti i giorni per un’ora per ottenere i risultati desiderati, perché il corpo ha bisogno anche di riposo e recupero!

 

MITO: Senza dolore non si ottengono risultati

Questa convinzione, diffusa in passato in relazione al sollevamento pesi, in realtà può causare lesioni. Se, durante un allenamento, si avverte dolore di qualsiasi tipo, si deve passare a un altro esercizio o fare una pausa. Il dolore è il modo in cui il nostro corpo segnala che qualcosa non va, e bisogna sospendere l’attività in corso o eseguirla diversamente. Con l’ampia gamma di esercizi e macchinari disponibili oggi, troverete senz’altro un modo indolore di allenarvi.

 

MITO: Il mattino è il momento migliore per allenarsi

In realtà, non c’è un momento migliore per allenarsi. Alle persone che preferiscono allenarsi al mattino di solito piace l’idea di completare l’attività fisica presto, per poter dedicare il resto della giornata ad altri impegni. Le persone che si allenano nel pomeriggio o di sera di solito amano svegliarsi più tardi e hanno più energia da dedicare agli allenamenti nella seconda parte della giornata.

Per vedere questo contenuto è necessario consentire i cookie su questo sito.

Consenti cookieRifiutare